sabato 21 marzo 2009

Dentro la sera - Conversazioni sullo scrivere


Di Giuseppe Pontiggia a cura di Nicola Pedone

"Dentro la sera - Conversazioni sullo scrivere" è un ciclo di venticinque incontri in diretta che Giuseppe Pontiggia tenne per Radio Rai nel 1994. Partendo dai problemi e dalle tecniche dello scrivere, dai dubbi del principiante e dai suoi errori più comuni, il grande scrittore arriva infine a porsi domande sul significato ultimo della scrittura, che per Pontiggia è sempre un viaggio alla ricerca di ciò che l'autore stesso non conosceva, perché un buon libro "è un libro che ne sa più dell'autore". Con il consueto tono bonario e colloquiale, ma altrettanto pronto all'affondo ironico, Pontiggia ci regala anche memorabili analisi di passi di grandi scrittori, da Boccaccio a Joseph Roth. Non ultima, la grande attenzione di Pontiggia al linguaggio quotidiano. Perché la grande avventura comincia proprio da qui, "da un uso responsabile delle parole".

testo e immagine dalla pagina della trasmissione e del riascolto


backup file mp3

Non è consolatorio aprire un volumetto, curiosando in libreria, e trovarci un compagno di idiosincrasie per certi usi del linguaggio?

Un volumetto come Le sabbie immobili, per esempio.

3 commenti:

dede ha detto...

bene bene, era ora che questo blog tornasse in attività, ce n'era bisogno e te ne siamo grati. e mo' non sparire di nuovo!

Fratelli Caponi ha detto...

:-))
tra poco, il tempo che si carichino tutte le puntate di questa serie, metterò su uno storyville così bello ma così bello...
è su Bruce Springsteen, come dire al sogni e disillusioni della provincia americana, tenuto dall'ottimo Alessandro Portelli.
Di cui ho messo religiosamente da parte anche le lezioni di storia (Laterza) e che pubblicherò quanto prima, con tutti i rimandi.
Lui stesso pare si sia forse perso, come sempre agli autori, le sue stesse lezioni, e Storyville, così che stasera sarà contento di ritrovarsele.
E magari di risentirsi in un suo ciclo di Damasco.
:-)

rosaturca ha detto...

Grazie a te ho potuto recuperare queste imprescindibili lezioni di Pontiggia.
Un caro saluto.

rosaturca

Post Correlati